ccbot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)
LEASING FINANZIARIO

LEASING FINANZIARIO

stampa

LEASING FINANZIARIO

Cos'è il leasing finanziario?
Per locazione finanziaria si intende un contratto di finanziamento posto in essere da una banca o da un intermediario finanziario (locatore) consistente nella concessione in utilizzo per una determinata durata e dietro il pagamento di un corrispettivo periodico (canone), di un bene acquistato o fatto costruire dal locatore da un terzo fornitore, su scelta e indicazione del cliente (utilizzatore), che ne assume così tutti i rischi e conserva la facoltà al termine della durata contrattuale di acquistare il bene ad un prezzo prestabilito (riscatto).
A chi mi posso rivolgere per stipulare un contratto di leasing?
I soggetti e le sedi presso cui il potenziale cliente si può rivolgere per stipulare un contratto di leasing sono sostanzialmente:

  • Gli sportelli bancari del gruppo Veneto Banca;
  • Claris Leasing (presso la sede);


A chi è rivolto il leasing?
Un operazione di leasing può essere realizzata in qualità di utilizzatore da:

  • imprese;
  • professionisti;
  • agenti e rappresentanti;
  • associazioni;
  • enti pubblici;
  • consumatori (solo in casi particolari navale e autovetture).


Quali beni possono essere finanziati in leasing?
In linea di massima qualunque tipologia di bene può essere finanziato a mezzo leasing purché il suo utilizzo, ai fini della deducibilità dei canoni, sia "strumentale" all'attività dell'utilizzatore (nb. condizione non obbligatoria nel caso in cui il cliente sia un consumatore). La fungibilità del bene da finanziare è di fondamentale importanza, in quanto influenza il rischio associato all'operazione e il conseguente costo.
Le tipologie di beni possono essere così classificate:

  • immobiliare, che a sua volta si distingue in:
  • immobiliare costruito;
  • immobili da costruire (costruendo);
  • strumentale;
  • targato, che a sua volta si distingue in:
  • autovetture;
  • veicoli commerciali;
  • veicoli industriali;
  • aeronavale (aeromobili e unità nautiche da diporto e commerciali);
  • energie alternative (fotovoltaico, eolico, biomasse, idroelettrico, geotermico)


Quali sono gli attori di un'operazione di leasing?
Gli attori di un'operazione di leasing sono:

  • il cliente (utilizzatore): è colui che sceglie e utilizza il bene e ha la facoltà di riscattarlo al termine del contratto;
  • la società di leasing (concedente) che acquista materialmente il bene scelto dall'utilizzatore, conservandone la proprietà sino al momento del suo eventuale riscatto;
  • il fornitore: è colui che vende il bene, scelto dal cliente, alla concedente (società leasing).


Quali sono i principali elementi contrattuali del leasing finanziario?

  • il costo del bene finanziato (al netto dell'iva);
  • la periodicità dei canoni che è mensile nella maggior parte dei casi, ma è comunque possibile prevedere una periodicità diversa (bimestrale, trimestrale, quadrimestrale, semestrale) a seconda della tipologia di bene soggetto del finanziamento;
  • la durata del contratto che è variabile in relazione alla tipologia del bene finanziato;
  • la variabilità dei canoni che possono essere indicizzati, ovvero variabili in funzione dell'andamento del costo della provvista, oppure fissi per tutta la durata del contratto di leasing;
  • l'anticipo che viene versato al momento della stipula;
  • la modalità di pagamento del fornitore da parte della società di leasing;
  • il valore di riscatto del bene;
  • le spese assicurative e di istruttoria


Cos'è l'istruttoria di una pratica di leasing?
La fase di "istruttoria" è necessaria per la società di leasing al fine di poter valutare il merito creditizio e l'affidabilità del cliente nonché la fungibilità del bene da finanziare. Se l'istruttoria ha esito positivo, il contratto di leasing può essere sottoscritto e l'operazione perfezionata, con la conseguente consegna del bene.
La società di leasing potrà richiedere, in alcuni casi, delle garanzie "tipiche" personali e reali (fideiussione, pegno, ipoteca, deposito cauzionale) ovvero delle garanzie "atipiche" (patto di riacquisto" da parte del fornitore del bene o di un terzo, lettera di patronage non impegnativa, lettera di patronage impegnativa, impegno al subentro in caso di inadempimento, mandato ad iscrivere ipoteca).

Come si perfeziona un contratto?
Il processo di perfezionamento si articola in 3 fasi:

  1. La firma del contratto ed il versamento dell'anticipo da parte dell'utilizzatore;
  2. L'ordine al fornitore
  3. La consegna del bene

Le modalità di perfezionamento del contratto possono variare in relazione alla tipologia di bene e possono essere richiesti documenti aggiuntivi (ad esempio nel caso di leasing targato o immobiliare), o particolari adempimenti (ad esempio, nel caso di polizza assicurativa con vincolo a favore della Società di leasing).  

Da quando decorre un contratto di leasing?
Il contratto di leasing inizia la sua decorrenza dal momento della consegna del bene all'utilizzatore.

Cos'è il riscatto del bene ?
Alla scadenza del contratto di leasing, se l'utilizzatore esercita l'opzione finale di acquisto (cd. Riscatto), acquista per la cifra concordata in contratto la proprietà del bene.

Come si pagano i canoni di un contratto di leasing?
Il metodo d'incasso canoni più utilizzato è quello del RID (Rapporti Interbancari Diretti). Si tratta di una procedura interbancaria (cioè standard fra tutte le banche) dove il cliente di una banca indica alla stessa, tramite un modulo apposito, di bonificare in via continuativa (cioè senza bisogno di autorizzazione per ogni rata) la società di leasing per la cifra di volta in volta richiesta e contrattualmente prevista.
Si tratta di un sistema di incasso molto pratico che evita al cliente di dover andare in banca periodicamente.

Cos'è l'indicizzazione?
Un'operazione di leasing si dice "indicizzata" o a "tasso indicizzato" quando ciascuna rata del canone leasing è legata alle variazioni di un parametro finanziario di riferimento scelto dalle parti ed inserito in contratto in una specifica clausola contrattuale di indicizzazione.

Di chi è la proprietà del bene in locazione finanziaria (leasing finanziario)?
Nella locazione finanziaria il bene rimane di proprietà della società concedente per tutta la durata del contratto, e passa all'utilizzatore solo se quest'ultimo al termine dello stesso esercita l'opzione finale di acquisto (riscatto).
 

Ultimo aggiornamento  06.07.16   h 15:44